Berlino: 200 “scienziati per il futuro”, con abiti invernali, protestano contro il riscaldamento globale

Intanto in tutto l’emisfero Nord sta piombando l’inverno, ma non se ne sono accorti

Una protesta silenziosa messa in atto da  scientists4future davanti al parlamento tedesco. Sono apparsi tutti con la bocca chiusa, tappata con nastro, ma anche ben coperti, viste le temperature piuttosto invernali, che stanno colpendo gran parte d’Europa e Nord America.

Naturalmente, gli scienziati non sono rimasti troppo a lungo. Secondo quanto riferito, sono partiti per un inizio anticipato del fine settimana, nel caldo comfort delle loro case.

Tuttavia, proprio ieri il governo tedesco ha approvato misure straordinarie, contro le emissioni di anidride carbonica e che, tra l’altro, renderanno il riscaldamento e il combustibile più costosi per i cittadini ordinari a partire dal prossimo anno.

Nel frattempo la temperatura media della Terra si sta velocemente raffreddando. Si, della Terra tutta, non solo, come sarebbe ovvio visto l’approssimarsi dell’inverno, del emisfero Nord. Pure la copertura nevosa è alla massima estensione, a parità di data, rispetto agli ultimi 65 anni.

Sarà, ma ascoltando gli “scienziati” dovrebbe fare sempre più caldo e, a ben pensarci, incredibile, ci si lamenta che non fa così freddo come dovrebbe. In sostanza ci si lamenta di stare in una temperatura confortevole e si chiede di ritornare ai freddi di metà 1800. Vale proprio il detta “si stava meglio quando si stava peggio“!

Fausto Cavalli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.