Monte Rosa

Variazione della temperatura sul monte Rosa dal 800 al 2006 d.C.

Lo studio della più lunga carota glaciale alpina è stato effettuato sul Colle Gnifetti (Monte Rosa) ad una quota di 4484 m slm. I risultati sono in contrasto con le convinzioni assolute che dilagano sul web, che narrano di un clima sempre uguale a se stesso, a parte gli ultimi 100 anni. Ciò che invece si evince dai dati glaciologici è che, anche in passato, ci sono state forti variazioni di temperatura, in positivo o in negativo, di cui l’ultima è solo una delle tante. Tutto questo è pure in linea con altri studi già condotti in area alpina glaciale.

Dal grafico sottostante si può facilmente notare che in epoca medioevale la temperatura nell’area era giunta a livelli perfino superiori a quelli attuali. In particolare nell’anno 884 d.C. l’anomalia della temperatura raggiungeva +0,7°C. Analogamente nell’anno 1172, la temperatura stimata dalla carota glaciale raccolta era di +0,35°C, un livello piuttosto simile a quello attuale.

Interessanti sono anche le durate di trend di anomalia: dall’846 al 884 d.C. la temperatura aumentava da -0,62 a +0,7°C in soli 38 anni. Un trend simile, oggi, in tempi “sospetti” avrebbe fatto gridare a….non si sa più cosa, visto che già oggi, per incrementi assai minori, si prevede una triste fine dell’Umanità entro pochi anni!

In realtà l’attuale trend di crescita della temperatura misurabile sul Colle Gnifetti, cioè dal classico periodo 1878 al 2006 risulta essere di soli +0,7°C in ben 106 anni. Nulla di particolare rispetto a periodi trascorsi.

Il presente grafico confuta, se mai ce ne fosse bisogno, il famoso hockey stick, cioè il grafico che mostrerebbe un’appiattimento delle temperature globali negli ultimi 1000 anni in piccole variazioni, poi esplose in maniera anomala negli ultimi 100 anni.

Altrettanto curioso pensare che proprio l’incremento per nulla straordinario della temperatura misurato negli ultimi 100 anni sia da addebitare esclusivamente alle emissioni di anidride carbonica da parte dell’Uomo, mentre le variazioni positive di temperatura del passato, a questo punto non hanno spiegazione. Ecco che allora si tende forzatamente ad appiattirle….Climate change is natural, live happy!

Fausto Cavalli

dati tratti da: Bohleber, PascalErhardt, Tobias; Spaulding, Nicole; Hoffmann, Helene; Fischer, Hubertus; Mayewski, Paul (2017): Reconstructed temperature anomilies for ice core Colle_Gnifetti_KCC. PANGAEAhttps://doi.org/10.1594/PANGAEA.883519,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *